Tiguan: il SUV di fascia media di casa Volkswagen

Una vettura versatile ed innovativa, capace di adattarsi a tutte le condizioni. Scopriamo le versioni e gli allestimenti della Tiguan.

Se il Touareg occupa nella gamma Volkswagen la posizione più alta nell'offerta in tema di SUV, la Tiguan si colloca nella fascia immediatamente inferiore, coprendo quella del cross-over di livello medio. Si tratta di un interessante progetto concepito nel 2007 e che ha preso le mosse dalle logiche costruttive e dalle scelte tecniche di altri due importanti modelli di casa VW: la Golf e la Touran. La Tiguan condivide molti elementi, sia strutturali che componenti, con la Seat Altea e, a partire dal restyling di seconda generazione datato 2015, anche con al Skoda Kodiaq.

Si colloca sul mercato come diretta concorrente dei modelli analoghi Jeep Compass, Nissan Qashqai, Toyota RAV4, Peugeot 3008, Kia Sportage, BMW X1 e Hyundai Tucson.

Una curiosità interessante rispetto alla vettura è il modo con cui è nato il suo nome: fu infatti la stessa VW ad indire fra i lettori della rivista Auto Bild un sondaggio-concorso a premi per suggerire il nome del nuovo modello. A vincere fu Tiguan, un curioso "neologismo" nato dalla fusione delle parole Tiger e Iguana che, anche in inglese, si scrive come in italiano.

Volkswagen Tiguan: motorizzazioni ed allestimenti

La Tiguan è un SUV di medie dimensioni concepito con linee piuttosto classiche e pulite, senza fronzoli stilistici e molto essenziale: l'attuale seconda generazione è stata lanciata al Salone dell'Automobile di Francoforte nel 2015. Una delle novità più interessanti della "nuova" Tiguan è quella di essere disponibile sia in versione stradale che in versione off-road, quest'ultima con altezza da terra superiore e protezioni più accentuate, tali da renderla più adatta ad un terreno accidentato.

Altra interessante novità è l'introduzione del 4Motion Active Control, sistema di trazione integrale capace di adattare con più facilità il moto della vettura in caso di fondi accidentati o con poca aderenza, con un programma specifico per le superfici ghiacciate o innevate. Infine sono stati ampliati e rinnovati diversi sistemi elettronici di sicurezza, come il City Emergency Braking per la frenata assistita in città, il Line Assist per la percorrenza all'interno della carreggiata e l'Automatic Post-Collision Braking System che permette alla vettura di continuare a frenare dopo un impatto per evitare ulteriori danni.

Chiudiamo con le motorizzazioni e gli allestimenti: in tutte le versioni – Style, Business, Executive ed R-Line dalla più "basica" alla full-optional – la Tiguan è dotata di motori 1.4 TSI benzina da 125-150 CV o del 2.0 con cambio automatico 4Motion da 179 CV e velocità massima pari a 208 Km/h. Per le versioni diesel i motori vanno dal 1.6 TDI da 116 CV al 2.0 TDI da 150 CV, quest'ultimo anche con cambio automatico. Le versioni Executive ed R-Line sono anche disponibili dotate dei motori "spinti" da 2 litri TDI BMT rispettivamente da 190 e 239 CV, raggiungendo una velocità massima in questa configurazione di 228 Km/h. Tutti gli allestimenti sono in regime Euro 6.

Commenti

Lascia il tuo commento

Top